Ottobre è… camminare controvento

dav

“Vien l’ottobre e sopra il cielo,

di sue nebbie stende il velo;
improvviso s’alza il vento
con un lungo alto lamento”.

I versi di una poesia studiata alle elementari (ere geologiche fa) tornano in mente oggi, in questo primo giorno d’ottobre in cui l’autunno ha bussato alla porta senza fare troppi convenevoli.

Quando le folate sembrano attenuarsi e le nuvole nere lasciano spazio a qualche spiraglio di sole, è il momento di uscire per una camminata. E di godersi lo spettacolo.

Silvia

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *