Scopri Rapallo e il Tigullio!

Chiudi gli occhi. Immagina colline verdeggianti, che si rincorrono fino ad abbracciare il mare. Quel mare ammirato e decantato da tanti artisti di fama mondiale (scrittori e poeti, pittori e musicisti, e ancora filosofi e fumettisti) che alla fine dell’800 iniziarono iniziarono a scegliere quale meta di soggiorno e periodi di riposo quello che, allora, era un tranquillo borgo di mare dove la gente è riservata, il clima mite, il paesaggio naturale da sogno.

Quell’immagine romantica di Rapallo, incastonata al centro del Golfo del Tigullio, a 30 km dal capoluogo ligure, si rispecchia ancora oggi nelle palazzine liberty, nei caffè che punteggiano il lungomare dominato dall’Antico Castello, fortificazione medievale che rimanda a storie di mare e pirati in un passato lontano, nei “caruggi” ( i caratteristici vicoli dei centri storici liguri) che conservano la storia, nelle “creuze” cantate dal grande Faber che si abbarbicano tra il verde delle colline.

Quelle creuze che vanno a intersecarsi in una rete sentieristica di rara bellezza, che offre la possibilità di vivere esperienze outdoor tra scorci incorniciati dalle foglie degli ulivi – e, più in alto, di castagni e lecci – e siti di grande interesse storico: dai misteriosi ruderi del monastero di Valle Christi ai Santuari di N.S. di Montallegro e di Caravaggio, dal rifugio Margherita sul monte Pegge al museo della civiltà contadina, e ancora il lazzaretto di Bana, le neviere, la storica mulattiera per Montallegro e la Valle dei Mulini. Tesori in alcuni casi poco noti, per non dire nascosti, che invece meritano di essere scoperti, apprezzati, valorizzati.

Valore aggiunto, la Funivia Rapallo – Montallegro: unico impianto di risalita di questa fattispecie in Liguria e tra i più antichi d’Italia (è stato realizzato nel 1934), la Funivia consente di raggiungere il Santuario di Montallegro in soli 7 minuti con un dislivello di circa 600 metri, offrendo così un’ottima opportunità agli hikers, ma soprattutto agli appassionati di discese in mtb.

Il collegamento naturale tra la rete sentieristica rapallese da un lato a Santa Margherita e a quell’incantevole paradiso che è il Parco Naturale e Regionale di Portofino, dall’altro lato agli altrettanto pregevoli itinerari collinari di Zoagli, Chiavari, Lavagna e Sestri Levante, e alle spalle con l’entroterra (turisticamente meno noto rispetto alle località della costa, ma non meno ricco di itinerari e spunti ambientali, storici e artistici di grande interesse), rende l’intero comprensorio del Tigullio la meta ideale per gli hikers, gli amanti del trekking, della mountain bike, più in generale della vita all’aria aperta e delle emozioni che solo la natura può regalare.